Condominio e fabbro: chi paga?

In questo articolo cercheremo di chiarire quando le spese inerenti ad un intervento del fabbro (o di un qualsiasi altro artigiano, dovute ad un danneggiamento o ad un usura di in bene condominiale) si possono addebitare al condominio oppure devono essere pagate dal condomino, inoltre cercheremo di far luce anche nel caso in cui ci siano delle case in affitto su chi cadrà la responsabilità del pagamento delle spese condominiali, una volta stabilito dall’assemblea condominiale all’unanimità, se all’inquilino o al locatore.

Uno dei problemi più comuni che si trova in quasi tutti i condomini è la rottura della porta condominiale dovuta di solito alla rottura della chiave all’interno della serratura.

Anche se viene stabilito da un’assemblea condominiale il colpevole e quindi viene addebitato il pagamento della riparazione

Chi paga l’intervento del fabbro? In base a cosa è stabilito? Funziona il vecchio detto chi rompe paga?

Anche se viene stabilito da un’assemblea condominiale il colpevole e quindi viene addebitato il pagamento della riparazione, il condomino accusato può opporsi, (per esempio perché il fatto non è stato voluto ma è stato un fatto accidentale, oppure perché il prezzo della fattura risulta troppo alto in proporzione del lavoro, non è riconoscibile nelle immagini che lo accusano) e in quasi tutti i casi la cassazione ha dato ragione al condomino in quanto la legge stabilisce che:

  1. la divisione delle spese condominiali deve avvenire solo in base ai millesimi di proprietà
  2. è questo il criterio imposto dal Codice civile e l’assemblea non può disporre diversamente, salvo raggiunga l’unanimità.

Anche perché per far pagare ad un condomino la riparazione della porta come nel nostro esempio, ci vorrebbe una sentenza del giudice di pace con delle prove che attestino la colpevolezza del suddetto.

Vedi anche  Litigi condominiali: quali sono i più frequenti e come evitarli

Quindi nella maggior parte dei casi le spese per danni o usura della porta condominiale o di qualsiasi altro oggetto, sono a carico dell’intero condominio anche perché fare una causa per una spesa così esigua come la sostituzione di una serratura non conviene a nessuna delle due parti.

Il pagamento della riparazione viene diviso in parti uguali per tutti i condomini a meno che una parte di essi ha un differente accesso da dove si è verificato il guasto.

Ed in caso di casa in affitto a chi spetta il pagamento della riparazione all’inquilino o al locatore?

La spesa non rientra nella manutenzione ordinaria di cui l’inquilino è responsabile in quanto fa parte di quei casi in cui il danno è involontario, quindi la spesa per la sostituzione della serratura spetta al proprietario dell’immobile e non all’affittuario

Potrebbero interessarti anche...